by admpiu admpiu

Cosa sono i ponti termici?

I ponti termici rappresentano una discontinuità della temperatura sulla parte esterna di un edificio. Si presentano laddove vi è eterogeneità nella struttura, un’interruzione costruttiva che va a congiungersi con un’altra, ovvero, quando siamo in presenza di spigoli, di collegamenti tra parete e parete, di inneschi tra parete e solaio, di connessioni tra pareti e serramenti.

I ponti termici rappresentano una criticità nella struttura di un edificio.

La discontinuità termica che si verifica in corrispondenza dei ponti termici, a causa della diversa conduttività dei materiali edilizi usati, provoca dei punti freddi, con alte probabilità di condensa e formazione di muffa.

L’umidità presente nell’aria, incontrando una zona a temperatura molto più bassa, trasforma la sua struttura e sulle pareti si vanno a depositare delle gocce di acqua che nel tempo possono sviluppare muffe, che non solo sono antiestetiche, ma fanno male sia alla salute dell’uomo, sia all’edificio, compromettendone la durabilità. Le zone più esposte sono i pilastri, i balconi e le travi.

La normativa vigente sui ponti termici.

Essendo i ponti termici un’area d’intervento molto critica si è preferito legiferare in merito: la nuova normativa (EN UNI TS 11300) va a stabilire un modalità per valutare la prestazione energetica di un edificio. Precedentemente era possibile effettuare una stima forfettaria, ora bisogna in modo obbligatorio redarre “il calcolo da indicare all’APE” con una sezione specifica per questa problematica dei ponti termici.

Non sempre è possibile eliminare i ponti termici, pertanto, è necessario porre in essere uno strato di isolamento termico ottimale con dei pannelli isolanti adatti a risolvere il problema.

Soluzioni per il problema dei ponti termici.

Alcuni rimedi possono attenuare o eliminare del tutto la questione dei ponti termici e delle relative zone di umidità con la presenza di muffe. Per un edificio che li presenta successivamente alla costruzione le soluzioni possono essere: installare vetri termoisolanti intelaiati e l’applicazione di un cappotto termico. Per gli edifici di nuova costruzione, la prevenzione dei ponti termici, consiste nell’isolare correttamente le travi e i pilastri in cassero. I pannelli isolanti con prestazioni termiche elevate e con spessori ridotti, possono eliminare le dispersioni termiche e i problemi di condensa e muffa che ne derivano. I pannelli isolanti devono avere delle finiture superficiali specifiche per tali applicazioni, Fibrotermica propone FIBROSTIR®-G (https://www.fibrotermica.it/prodotti/fibrostir/) con superficie goffrata oppure FIBROSTIR® R/ RS con superficie ruvida (se richiesto, con l’aggiunta di scanalature longitudinali).