by admpiu admpiu

Gran parte del patrimonio immobiliare in Italia è rappresentato da edifici di vecchia costruzione, risalenti agli anni ’50 e ’60. E’ facile dedurre che lo stato di questi edifici non rispecchi le moderne tecniche di costruzione e nello specifico, di isolamento.

La conseguenza delle ormai obsolete tecniche di isolamento di 50 anni fa si traducono in problematiche legate alla presenza di muffa, condensa, temperature molto basse in inverno e forte calura estiva, senza contare il deterioramento che questi agenti portano ad alcuni elementi strutturali dell’edificio incidendo concretamente sulla vivibilità dell’ambiente.

E’ bene quindi focalizzare l’attenzione sui benefici che un corretto isolamento termico permette di ottenere, sottolineando il contenimento delle dispersioni d’energia e il miglioramento del benessere domestico, sia d’estate che d’inverno.

Come possiamo dunque garantire il comfort abitativo?

Nel caso di edifici già esistenti, è necessario intraprendere un percorso di riqualificazione energetica. Gli interventi possono interessare l’intero edificio o la coibentazione di singole stanze, il tutto da decidersi previa diagnosi di uno specialista.

La scelta dell’intervento più adeguato, infatti deve essere deciso da una precedente valutazione tecnica dell’edificio da coibentare. Si valuteranno le soluzioni migliori in termini di priorità, con la possibilità di posticipare alcuni interventi meno indispensabili. In questo corre in aiuto l’uso della termografia, ossia il rilevamento delle radiazioni termiche di un edificio.

L’adozione di un corretto isolamento termico garantirà una temperatura costante tutto l’anno con conseguente riduzione delle spese relative al riscaldamento o raffrescamento. Sussiste, infatti la necessità che le pareti raggiungano una temperatura simile a quella dell’aria interna: tale fenomeno si ottiene solamente con un isolamento termico perfetto.

Buona parte dell’energia utilizzata d’inverno per il riscaldamento delle stanze viene dispersa attraverso tetto, pavimento, coperture e finestre. L’isolamento termico permette allora di ridurre i consumi anche del 20-40%, in particolare in edifici di vecchia costruzione, con il conseguente vantaggio di ottenere un notevole risparmio nei costi di riscaldamento.

 

Per maggiori informazioni, scopri i campi di applicazione dei nostri prodotti qui oppure contattaci qui